venerdì 28 dicembre 2012

27.12.2012



M.C.+A.+F.



Tema: “Cercate piuttosto il regno di Dio e tutto il resto vi sarà dato in aggiunta” (Lc).



M.C.: La cosa importante in questi giorni di "caduta" nella materia festiva é stato non dimenticare di cercare l'unione con l'aspetto più spirituale di ogni persona che ho incontrato. Questo é stato in alcuni momenti molto gratificante e mi ha aiutato a sentirmi in contatto con Dio.



F.: La luce che sento nel mio cuore insieme a quelle dei vostri cuori, questo costituisce la base del regno di Dio, soli non si costruisce niente, e quando la mia luce vacilla guardando alle vostre ritrova energia, grazie …





“L’albero” che desidera l’Anima puo crescere soltanto dal “seme”. Il “cristallo” che desidera l’Anima puo formarsi soltanto dal “nucleo”. L’energia segue il pensiero. Il “momento” è avviato, non perdetelo.  



 Commensura:



   "64 - È importante insistere sulla necessità della commensura.
    Considero indispensabile distinguere fra eventi ricorrenti e non. Si può trascurare un oggetto di uso quotidiano, ma agli appelli si deve rispondere senza indugio. Si può affermare che un istante di possibilità cosmica è insostituibile. Certi cibi sono digeribili solo in un certo ordine. L’uomo che va a caccia non è indolente: sceglie l’ora adatta e nulla lo trattiene.
    Potreste trovare la Mia Pietra nel deserto, ma se non la raccogliereste subito la perdereste di nuovo. Chi Mi conosce sa quanto importi la prontezza, ma i novizi ricordino questa legge, se vogliono avvicinarsi. In verità vi dico: il tempo è breve! Vi dico con sollecitudine: non perdete un’ora, poiché i fili del gomitolo sono multicolori. La Mia Voce vi soccorre non nel conforto del riposo, ma nel buio della bufera: imparate ad ascoltarla!
    So di alcuni che hanno lasciato sfuggire l’ora della chiamata per un dolce. Ma la Mia freccia sibila nell’ora della necessità. La Mia Mano è pronta a sollevare il velo della coscienza; quindi occorre commensurare il piccolo e il grande, ciò che ricorre e ciò che non torna. Esercitatevi a riconoscere il grande! Vi dico: il tempo è breve."




    67 - Cosa si richiede alla Nostra Comunità? Soprattutto commensura e giustizia. Certo questa scaturisce da quella. In verità bisogna dimenticare la semplice bontà, che non è il bene, ma solo un surrogato della giustizia. La vita spirituale è regolata dalla commensura. L’uomo che non distingue il piccolo dal grande, l’insignificante dall’importante, non può essere spiritualmente evoluto.
    Si parla della Nostra fermezza, ma non è che l’effetto della commensura che abbiamo acquisita."


(Agni Yoga, Comunità)



  

martedì 25 dicembre 2012

25.12.2012



M.C.+A.+F.

Tema: "Se rimanete fedeli alla Mia parola, sarete davvero Miei discepoli, conoscerete la Verità e la Verità vi farà liberi" (Gv).

F.: Seguendo la parola di Dio si prende distanza dalla "realtà" materiale e dai "bisogni" da essa determinati, man mano che i "legami" diminuiscono si diventa sempre più liberi, più puri, fino a quando tutto sarà chiaro e saremo nella verità. La strada è lunga, a volte faticosa, ma è l'unica direzione che porta alla luce.


     Ogni anno, nel giorno di Natale, nel “seme” di ogni essere umano, nel suo “calice”, dalla “sua concezione immacolata” nasce di nuovo il Cristo Cosmico – “bambino Gesù”. Si riattiva per il prossimo ciclo annuale il programma di formazione del “suo corpo di Vita”. 
                       

     Anno dopo anno, vita dopo vita servono ad un solo scopo: in una certa reincarnazione, quando “seguendo la parola di Dio si prende distanza dalla “realtà” materiale” , il programma risulterà nella Festa Cosmica della resurrezione di una nuova anima dalla “vita di morte”.


“Consideratevi di passaggio”
“Se non digiunate verso il mondo, non troverete il Regno” 
(Vangelo di Tommaso)   


    

lunedì 24 dicembre 2012

23.12.2012



A.+M.C.+A.+C.+A.+F.

Tema: "Niente piace a Dio più di una mente libera da tutti le occupazioni e distrazioni. Una mente in tale condizioni viene trasformata in Dio, per lei non può pensare o comprendere nulla, non può amare altro che Dio. Colui che penetra dentro se stesso trascendendo se stesso, ascende realmente a Dio" (Alberto Magno).

M.C.: Concentrati su Dio distaccati dal mondo entrando così in Comunione con il Tutto.

F.: Mi rendo conto di quanto sono lontana da questa capacità di totale distacco, ma nel mio cuore sento che sempre meno spazio hanno tante cose che prima consideravo importanti: è Dio che sta "allargandosi", il seme cresce, non sempre con lo stesso ritmo ma inesorabile, e sento che dove entra Lui c'è la pace e sono felice, Lui riesce a sciogliere il mio cuore!



“ … e uno di loro, un dottore della legge, lo interrogò per metterlo alla prova: «Maestro, qual è il più grande comandamento della legge?». Gli rispose: «Amerai il Signore Dio tuo con tutto il cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente. Questo è il più grande e il primo dei comandamenti”.
(Mt 22:35-38)


sabato 22 dicembre 2012

21.12.2012



A.+M.C.+A.+C.+A.+F.

Tema: "Con la santità della vita custodite la Pietra Preziosa. Aum - Tat - Sat - Aum! Io sono voi - voi siete Me - parti del Sé divino" (Agni Yoga). "Voi siete in mondo, ma non del mondo. Siete per il mondo!" (Gv).

A.: Solo rimanendo collegati alla fonte della vita si  custodisce la vita. “Siate santi perché Io Sono santo” (Lv). “Rimanete nel mio amore ...” (Gv).

M.C.: Per essere "per il mondo" l'unico modo é amare Dio.

C.: Un germoglio enorme spacca la terra di una strada di città,esce come tuffandosi in alto nell'aria crescendo velocemente. Si urla al cataclisma, qlc vuole abbatterlo altri lo nutrono. Continua a crescere, sviluppando i suoi rami in alto e in largo,distruggendo ciò che ha attorno. Solo quando si vedono i primi meravigliosi frutti di ogni tipo si accorgono che è l'albero della vita che li nutrirà per salire. Quel germoglio vuole crescere nei nostri cuori.

F.: E' difficile spiegare come si può stare in due mondi contemporaneamente. Il futuro è adesso, il presente è già passato! Siamo "qui" ora, ma il desiderio di "altro" è così predominante da renderci distanti, lontani, "freddi"; forse però più "coscienti" di chi è troppo "qui" e non ha orizzonti. L'orizzonte è l'infinito, è l'universo, è la gioia, è Dio... è un peccato che non si possa condividere questo... non ne sono capace, ma vorrei che fosse per tutti. Grazie per avere riaperto questa porta... solo... sempre, mi dispiace per chi non conosce questa gioia...
              
       

 M.M.


“L'alba di un nuovo giorno si leva sulla terra
Quest'ora non è una corrente, ma un vortice
Ogni mondo personale riflette il cielo in fiamme
Per il fuoco che divora le vecchie forme.”

“Tutto è rivelato; tutto è raggiungibile.
Vi coprirò con il Mio scudo,
purché lavoriate.
L’ho detto.
       
Io sono - la tua Beatitudine
Io sono - il tuo Sorriso
Io sono - la tua Gioia
Io sono – la tua Pace
Io sono - la tua Forza
Io sono – il tuo Coraggio
Io sono - la tua Saggezza”

(“Io Sono”, “Agni Yoga”)




giovedì 20 dicembre 2012

20.12.2012

M.C.+A.+F. 
           
Tema: "Con la santità della vita custodite la Pietra Preziosa. Aum - Tat - Sat - Aum! Io sono voi - voi siete Me - parti del Sé divino." (Agni Yoga). "Voi siete nel mondo, ma non del mondo. Siete per il modo!" (Gv). 
                      
M.C.: Ogni forma é di passaggio, non rimanere attaccati a nulla. Permettere che la forma si modifichi mantenendo la concentrazione sulla Pietra che deve essere custodita perché possa servire a tutti quando sarà il momento e quando anche noi saremo pronti. Ho visto un calice di cristallo luminoso che conteneva acqua pura.
                    
F.: Essere nel mondo come espressione della volontà Dio, come mezzo per i suoi fini, partendo dal centro del cuore e dimenticando tutto quello che affannosamente ci gira intorno, come il seme che non si preoccupa di dove si trova ma solo di poter germogliare. 
                                       
    

 M.M.
        
“Tutto è rivelato; tutto è raggiungibile.
Vi coprirò con il Mio scudo,
purché lavoriate.
L’ho detto.
       
Io sono - la tua Beatitudine
Io sono - il tuo Sorriso
Io sono - la tua Gioia
Io sono – la tua Pace
Io sono - la tua Forza
Io sono – il tuo Coraggio
Io sono - la tua Saggezza
    
Con la santità della vita, custodisci la preziosa
     Gemma delle Gemme.
Aum Tat Sat Aum!
Io sono te - tu sei Me - parti del Sé divino.
Miei guerrieri! La vita tuona - vigilate.
Pericolo! L’anima ne ascolta il monito!
Il mondo è in tumulto - lottate per la salvezza.
Invoco benedizioni su voi.
Vi salverete!
La vita nutre l’anima.
Anelate a glorificare la vita,
     e a realizzare la purezza.
Gettate i pregiudizi - pensate in libertà.
Non fuggite la vita, marciate sulla via superiore.     
     
Voi e Noi - uniti in spirito.
Un solo Tempio per tutti - per tutti, un solo Dio.
Molti sono i mondi nella Dimora dell’Onnipotente,
E lo Spirito santo sale ovunque.
Verrà il rinnovamento del Mondo -
     le profezie si compiranno.
Il popolo si leverà a costruire un nuovo Tempio.”
               
 (Agni Yoga) 


martedì 18 dicembre 2012

18.12.2012



M.C.+A.+F.

Tema: "Il regno di Dio è dentro di voi" (Lc).

M.C.: Il bisogno di essere distaccati per diventare roccia o direzione per chi ancora non riesce a partecipare alla vita che con logoranti regole umane. Poter suscitare negli altri il desiderio di conoscere la pace che esiste nel Regno di Dio e nelle Sue leggi. Questo è il mio desiderio.
Un sogno rappresenta la sintesi: ero in una stanza in penombra e scrivevo su un foglio che volevo diventare un raggio di luce per chi voleva voleva vedere; fuori tanti bambini giocavano come scalmanati, una bimba entra nella stanza con una palla in mano e mi chiede:"cosa fai qui?", poi mi viene vicina, mi si appiccica addosso sento la pelle morbida della sua guancia cicciotta sulla mia e le ho dovuto dire: "esci che ora arrivo".

F.: Dobbiamo coltivare il seme di Dio in noi alimentandolo con il "lavoro" spirituale e soprattutto agendo secondo la sua volontà, se non si trasforma in azione resta sterile e non serve a niente.


    “508 - Si vorrà sapere in che modo si possa percepire l’influsso dell’Insegnamento nel mezzo della vita di ogni giorno. Rispondete così: mediante le cose più minute, con ogni azione, con ogni contatto. Molti allievi perdono molto perché oppongono un rifiuto, nonché per le loro abitudini quotidiane.

    509 - Dov’è dunque quel sentimento, quella sostanza di cui riempire il Calice del grande Servizio? Bisogna raccoglierla dai tesori più preziosi. I suoi ingredienti sono nell’estasi religiosa, allorché il cuore freme per la Luce superna. Sono nell’amore cordiale, quando brilla una lacrima di abnegazione. E li si trova nell’impresa dell’eroe, che moltiplica le sue forze nel nome del genere umano; nella pazienza del giardiniere, mentre pondera sul mistero racchiuso nel seme; nel coraggio che penetra le tenebre; nel sorriso del bimbo affascinato da un raggio di sole. Li si trova in tutte quelle elevazioni che portano nell’Infinito. La realizzazione del grande Servizio non ha limiti: deve riempire il cuore, che è per sempre inesauribile. Quel sacro tremito non deve degradarsi nella zuppa quotidiana. I migliori Insegnamenti si trasformano in gusci senza vita quando quel fremito li abbandona. Quindi, nel bel mezzo della vita, pensate al Calice del Servizio, e giurate che il tremito sacro non vi lascerà mai più.

    510 - Bisogna educare il cuore. Bisogna riempire il “calice”. Bisogna vibrare fervidamente con il centro del Brahmarandra [sahasrara]. Bisogna accendere le ali fiammanti del Mondo del Fuoco. Dal Cuore saliremo al Fuoco: partiremo presto!”

(Agni Yoga, Cuore)


lunedì 17 dicembre 2012

16.12.2012



A.+A.+M.+F.

Tema: "Cercate piuttosto il regno di Dio e tutto il resto vi sarà dato in aggiunta" (Lc 12:31).

F.: Nel profondo del cuore di tutti esiste una scintilla divina, dobbiamo cercarla in noi attraverso il "lavoro" spirituale, ma anche negli altri guidati dall'amore, quando queste entrano in contatto si costruisce il regno di Dio e tutto il resto non è più importante, quindi dato in più.

“ … il regno di Dio è dentro di voi" (Lc 17:21)



giovedì 13 dicembre 2012

13.12.2012



M.C.+A.+F.

Tema: "Con santità della vita custodite la preziosa Gemma. Aum Tat Sat Aum! Io sono voi - voi siete Me - parti del Sé divino. Voi e Noi - uniti in spirito. Un solo Tempio per tutti - per tutti un solo Dio." (M.M. Agni Yoga).

M.C.: Custodire la preziosa Gemma, compito primario nella vita quotidiana. Aiutare a comprenderne il valore a chi non sa e il più delle volte inconsapevolmente rema contro, non é sempre facile. Essere parti di un Se spirituale implica anche questo. Servire Dio é smascherare il bisogno personale che nasconde il vero amore, quello per Dio, quando abbiamo l'opportunità di farlo.

F.: Quando il seme di Dio in noi comincia a crescere anche la nostra relazione con il mondo cambia, non si deve fare altro che essere coerenti, dentro e fuori devono diventare la stessa cosa, così ci si avvicina al ricongiungimento con Lui. 



mercoledì 12 dicembre 2012

11.12.2012



M.C.+A.+F.

Tema: "È necessario dar prova di disciplina di spirito, senza di che non si può essere liberi. Chiunque la comprenda come illuminazione dei mondi futuri, è già pronto" (Agni Yoga).

M.C.: Sento molto forte il bisogno di disciplina spirituale,vedo chiaramente ciò che impedisce ancora che certi meccanismi "fururi" ancora facciano fatica a manifestarsi, molto però é cambiato e una certa pulizia é già in atto.
É sempre più evidente l'importanza della responsabilità di ognuno di noi nel quotidiano questo crea un lavoro sinergico col nucleo, una connessione costante ...spero di essermi spiegata.

F.: Si potrà costruire un nuovo mondo solo con chi sarà capace di stabilità emotiva (nessuna luna che prende il sopravvento) e nel contempo capace però di sincero amore per tutto il creato con l'entusiasmo che questo suscita … la libertà sta nel non dipendere dai capricci del nostro animale interiore per poter essere invece felicemente partecipi della costruzione di un progetto armonico.


   “Sulla via del lavoro si imparano il ritmo e l’energia. 
   Sulla via è realmente possibile realizzare il moto e l’armonia. 
   Fra compiti immani si colgono le faville dell’Ispirazione. 
   Chi lavora, collabora.”
   (Agni Yoga, Aum)

    “67 - Cosa si richiede alla Nostra Comunità? Soprattutto commensura e giustizia. Certo questa scaturisce da quella. In verità bisogna dimenticare la semplice bontà, che non è il bene, ma solo un surrogato della giustizia. La vita spirituale è regolata dalla commensura. L’uomo che non distingue il piccolo dal grande, l’insignificante dall’importante, non può essere spiritualmente evoluto.
    Si parla della Nostra fermezza, ma non è che l’effetto della commensura che abbiamo acquisita.”
(Agni Yoga, Comunità) 


lunedì 10 dicembre 2012

09.12.2012



A.+A.+C.+F.

Tema: "... Raduniamoci a parlare del Cuore. Ci condurrà oltre domini terreni, verso il Mondo sottile, per accostarci alla sfera del Fuoco. Vedere con gli occhi del cuore; udire con gli orecchie del cuore il fragore del mondo; penetrare il futuro con la comprensione del cuore; ricordare gli accumuli del passato mediante il cuore; così bisogna avanzare, con impeto, sulla via dell'ascesa. La capacità creativa ha in sé una potenzialità ignea, ed e intrisa del sacro fuoco del cuore" (Agni Yoga).

F.: Il mio cuore è una pietra nel  ghiaccio, solo la luce di Dio riesce a scaldarlo, e allora diventa sensibile, "sento" con il cuore, tutto, anche quello che non capisco. Mi dispiace per quelli che pensano che io li ami, io non amo nessuno, è Dio in me l'unico capace di amare davvero, tutto il resto è un gioco di ruoli e responsabiltàà Grazie, è stato intenso e molto chiaro. Baci! Buonanotte.


sono stupita, spiega quello che volevo dire, quello che ho sentito durante la meditazione... buonanotte, corro a dormire! baci!

Pensiero del giorno venerdi 7 dicembre 2012.
"Le virtù che siamo in grado di manifestare nella vita non sono opera nostra: non siamo noi a crearle. Le virtù vengono da molto lontano, da molto in alto, e noi siamo semplicemente i trasmettitori, i conduttori delle entità divine di cui quelle virtù sono l’incarnazione.
Avete agito con bontà, con generosità? Significa che siete stati scelti come messaggeri dalle entità dell’amore, poiché avete lavorato per acquisire quelle qualità; inoltre, significa che possedete gli elementi necessari, lo stato adatto ad assicurare la trasmissione di tali qualità. Qualcun altro può essersi preparato per diventare un messaggero della saggezza: attraverso quella persona, saranno allora altre entità a
manifestarsi per propagare la luce. Lo stesso vale per il coraggio, la purezza, la bellezza e per tutte le altre virtù… La natura è fedele e veritiera: determina e classifica ogni essere in base al suo lavoro e al suo ideale, e ciascuno diventa così un medium per quelle entità che le sue aspirazioni sono riuscite ad attirare."
Omraam Mikhaël Aïvanhov


C.: Le turbine del Cuore hanno un flusso continuo, come magneti o come il Sole.
Più elementi, come per assonanza entrano in frequenza, creano un ritmo e si percepisce la pulsazione, che dà struttura amplificando la potenza e rendendo l'impulso più profondo.
La forza arriva al cuore dall'alto e si espande in ogni direzione, come una girandola.
Le scintille che emana si comportano come semi sul terreno compatibile, o come cenere su quello sterile fertilizzandolo pazientemente (il fuoco e le spine del Sacro Cuore).
Nostro compito o ruolo è esserLo in ogni momento.


    “41 - Lasciate che il cuore conversi a volte con il Mondo superiore. È un dialogo che può svolgersi in molte lingue. Forse il cuore recupera la memoria di ore di molte vite. Forse la conversazione sarà tacita, senza moniti né consigli, solo un’elevazione rinvigorente; o sarà il silenzio della gratitudine, o della vigilanza. La fiamma del cuore arde e tende all’unione con il Mondo superiore. Solo il cuore è capace di trovare l’accesso alla Gerarchia. Il potere del Superiore lo rafforza. Solo il cuore è una fortezza in battaglia.”
(Agni Yoga, Cuore)


giovedì 6 dicembre 2012

06.12.2012



M.C.+A.+A.+F.

Tema: "Cercate piuttosto il regno di Dio e tutto il resto vi sarà dato in aggiunta" (Vangelo).

M.C.: Ero con voi nella ricerca di Dio. questa verità é sempre stata comprensibile e ci ho sempre creduto ora comincio però a capirne il vero significato. L'attrazione e qualcosa che avviene in una maniera molto sottile e magica, come un' alchimia tra cuore e mente, più ci stacchiamo dall'io e più diventiamo noi,più siamo noi e più andiamo verso Dio che ci rende gioia. Vi amo.

     "Quando si considerano i metodi di appropriazione dei sette raggi e gli stadi inversi occorre ricordare che trattiamo di energie. Gli studiosi di occultismo devono pensare e agire sempre più in termini di energie. Esotericamente si dice che esse hanno “effetti di propulsione, attrazione magnetica e attività focalizzate”. Le correnti o emanazioni di energia esistono, come è ben noto, in sette aspetti o qualità principali. Sospingono i figli degli uomini in incarnazione e li ritraggono. Ciascuna ha qualità e caratteristiche specifiche, che determinano la natura delle forme costruite, la qualità della vita espressa in un determinato periodo o incarnazione, la durata del ciclo di vita, la comparsa e la sparizione di ciascuno dei tre aspetti della forma. Poche frasi basteranno a definire gli stadi di appropriazione. Essi sono già stati descritti nel Trattato di Magia Bianca.

... Secondo raggio. Energia di Amore-Saggezza.
     Le anime di questo raggio usano il metodo di “riunire” o “attrarre dentro”. L’anima stabilisce una vibrazione (poco possiamo capire sinora del vero senso di questo termine) che agisce sull’ambiente, e al punto centrale di energia sono attratti atomi di sostanza dei tre piani. Il metodo è più blando di quello del primo raggio e il processo un poco più lungo, mentre la fase di adombramento (che precede l’ingresso nei tre mondi per apparirvi) è molto più lunga. Questo si riferisce all’adombramento della sostanza da erigere in una forma e non a quello della forma ultimata, ad esempio il bimbo nel grembo materno. Si potrebbe dire che nel primo caso le anime di primo raggio sono subitanee e rapide nel loro desiderio d’incarnarsi e per i metodo impiegati. Le anime di secondo raggio pervengono più lentamente a quell'azione “d’impulso” (inteso come impulso all’azione e non in senso di tempo) che porta alla fabbricazione occulta di un’apparenza con la quale manifestarsi. Le anime di questo raggio, incarnandosi mediante il desiderio, attraggono. Sono più magnetiche che dinamiche; sono costruttive e operano secondo la linea che, per tutte le vite e le forme, è quella di minor resistenza nel nostro universo."
(Psicologia Esoterica, Vol. 2, A.Bailey)

A.: Legami di cerchi concentrici.
                                                      
Il centro per noi è il “cristallo dei cuori”. (link: http://diariodigruppo.blogspot.it/2012/11/la-faccia-del-cristallo.html )


F.: Sempre più in profondità in se stessi si scava per trovare il punto più solido e stabile nel nostro cuore, il regno di Dio dove la "materia" edificante è l'amore, e in quel luogo di pace non abbiamo bisogno di nient'altro e non desideriamo nient'altro, tutto il resto diventa superfluo.

     «L’uomo e riuscito (con la disciplina, seguendo i mezzi dello Yoga e perseverando nella meditazione) a dissociarsi da tutte le forme e a identificarsi con l’a-formale.
     È pervenuto al cuore del proprio essere. Da questa pura realizzazione spirituale, può operare in modo sempre più efficace. Con la pratica la rafforza e considera tutta la vita, le attività e le circostanze come effimere parvenze con cui non ha a che fare. Su esse, però, può proiettare la luce dello spirito; egli stesso è luce e sa di essere parte della “Luce del Mondo”e che “in quella luce egli vedrà Luce”. Conosce le cose quali sono e sa che ciò che finora ha considerato come realtà è soltanto illusione. È penetrato oltre Maya, nella luce che l’ha prodotta, e non potrà più errare; il suo senso dei valori e delle proporzioni è corretto. Libero dall’illusione, non è più soggetto a miraggi ingannatori. Dolore e piacere non lo toccano; è immerso nella beatitudine dell’Auto-Realizzazione
(La luce dell’Anima, A.Bailey)


martedì 4 dicembre 2012

04.12.2012



M.C.+A.+F.

Tema:
"Domanderanno: quando potrò essere d'aiuto?
Rispondi: da questo momento, per l’eternità.
Quando mi preparerò?
Non perdere un minuto!
E quando suonerà la chiamata?
Vigila anche dormendo.
Che farò fino a quell'ora?
Esalta la qualità del tuo lavoro".
(Foglie del Giardino di Morya, Illuminazione)


F.: In ogni momento e con la stessa intensità si deve amare con tutto il cuore, non ci devono essere preferenze ne priorità, perché tutto è espressione di Dio dalla cosa più piccola alla più grande esattamente secondo la sua volontà, ed è solo di questo che c'è bisogno anche se il disegno non ci è sempre chiaro e non è facile dimenticare il nostro umano "giudizio". La fede non sa cosa sia la ragione eppure è l'unica ragione che esista.

     Nella Sinfonia Perfetta tutti i suoni sono ugualmente importanti. L’importanza di ogni suono comprende colui chi ha in se la Sinfonia.   
     Fede in Dio è l’Unica Ragione.
                   

     “È necessario dar prova di disciplina di spirito; senza di che non si può essere liberi. Per lo schiavo, essa è come una prigione; per chi è libero, è un meraviglioso giardino risanatore. Finché la disciplina di spirito è una palla al piede, le porte restano chiuse, poiché non si sale quando si è in vincoli. La disciplina di spirito è come le ali.
     Chiunque la comprenda come illuminazione dei mondi futuri, è già pronto.
     Chi ha una visione dell’evoluzione vi si accosta sollecito, lieto, togliendo la polvere dal sentiero. Soprattutto, non ha timori. E rifiutando ciò che non è indispensabile, è semplice. È facile capire che realizzare l’evoluzione è sempre bello”.
(Foglie del Giardino di Morya, Illuminazione)


lunedì 3 dicembre 2012

03.12.2012



M.C.+A.+F.

Tema:

"Guidate gli amici alla rettitudine.
Non nascondete i Nostri messaggi.
Seguite il Nostro insegnamento con il cuore.
Impegnatevi, e vedrete la luce.
Vi mostrerò la via - il cuore capirà il Nostro segno"
(Agni Yoga, M.M.).


M.C.: Qualcosa di importante é successo in questi giorni, di simbolico e sottile. Credo che molto sarà diverso ora proprio perché abbiamo lavorato bene e con equilibrio per permettere che certe energie arrivassero a tutti per quanto possibile, tu e F. siete stati con me, ma so che questo é solo l'inizio rispetto alla naturalezza con cui si puo esprimere forza senza sforzo.

F.: Bisogna lasciare che il nostro cuore sia aperto all'amore di Dio, cosi potrà dentro di noi costruirsi il suo regno e sarà per tutti intorno a noi visibile e suggerimento a fare lo stesso, è da cuore a cuore che si costruisce il regno di Dio, entra nel cuore ed esce dal cuore, non c'è altro modo.


"Guidate gli amici alla rettitudine.
Non nascondete i Nostri messaggi.
Seguite il Nostro insegnamento con il cuore.
Impegnatevi, e vedrete la luce.
Vi mostrerò la via - il cuore capirà
    il Nostro segno.
Ecco! I Maestri faranno apparire una cetra,
     e per prodigio il suo potere vi darà
     il dono di incantare.
Accettate la beatitudine che vi è inviata.
La dedizione è il requisito di chi s’impegna
sulla via dell’ascesa.
Chi adempie di tutto cuore le Nostre richieste
     accorda l’orecchio all’armonia dell’Universo.
Infondendovi felicità, dimostriamo la Nostra Fiducia
     nel vostro desiderio di Bene.
La verità è con voi - siate pronti a riceverla.
Come il Cielo è insondabile, così grande è la vostra forza.

(Agni Yoga, M.M.).



giovedì 29 novembre 2012

29.11.2012



M.C.+A.+F.

Tema: "Con santità della vita custodite la pietra preziosa. Aum Tat Sat Aum! Io sono voi - voi siete Me - parti del Sé divino" (M.M. Agni Yoga).

M.C.: Mantenere una concentrazione per  santificare il quotidiano nonostante la materia e passato che a volte sono macigni, in realtà vedo che non serve fare o dire molto se la Pietra é custodita gli altri sentono e vogliono in qualche misura contribuire a creare questo futuro.

F.: Ognuno di noi è una parte di Dio, esserne consapevoli rende inevitabile un comportamento coerente con le sue leggi, non farlo equivale a distruggere questo seme soffocandolo con l'egoismo umano e anche distruggere la possibilità di costruire legami "da cuore a cuore".



 M.M., Primo Raggio del Logos Planetario,
 AGNI YOGA

Il predestinato non è accidentale,
Le foglie cadono quand’è l’ora.
E l’inverno non è che il messo della primavera.
Tutto è rivelato; tutto è raggiungibile.
Vi coprirò con il Mio scudo,
purché lavoriate.
L’ho detto.



     Consideriamo ora il Governatore del Fuoco, AGNI, e questo ci porta a studiare la vitalità che infonde energia e la Vita che anima, e alla contemplazione del Fuoco che trascina, im-pulsa e produce l’attività e l’organizzazione di tutte le forme. La comprensione di questo rivelerà il fatto che ciò di cui trattiamo è “la Vita e le vite”86, secondo l’espressione usata nella Dottrina Segreta; è Agni, il Signore del Fuoco, il Creatore, il Conservatore e il Distrut-tore, e i quarantanove fuochi coi quali Egli si manifesta.
     Ci occupiamo del fuoco solare in sé, dell’essenza del pensiero, della vita coerente di tutte le forme, della coscienza nel suo aspetto che si evolve, ossia di Agni, totalità degli Dei. Egli è Vishnu ed il Sole nella sua gloria; Egli è il fuoco della materia e il fuoco della mente uniti e fusi; Egli e l’intelligenza che palpita in ogni atomo; Egli è la Mente che attiva il sistema; Egli è il fuoco della sostanza e la sostanza del fuoco; Egli è la Fiamma e ciò che la Fiamma distrugge.
     Coloro che leggono superficialmente la Dottrina Segreta sono portati a considerarlo solo come il fuoco della materia, e trascurano di osservare che Egli è la totalità, e questo avviene specialmente quando trovano che Agni è il Signore del piano mentale88. Egli è la vita che a-nima il sistema solare, e questa vita è la vita di Dio, l’energia del Logos, e la manifestazione della radiosità che vela il Sole Centrale.
Solo quando Egli sia riconosciuto come Fohat, l’energia della materia; come saggezza, la natura dell’Ego e la sua motivazione; come unità essenziale, possiamo arrivare ad avere un giusto concetto della Sua natura o essere. Egli non è il Logos solare sul piano mentale cosmi-co, perché la coscienza egoica del Logos è più della Sua manifestazione fisica; ma Agni è la totalità di quella parte dell’Ego logoico che si riflette nel Suo veicolo fisico; Egli è la vita della Personalità Logoica, con tutto ciò che questa espressione comporta. Egli è per il Logos sul Suo piano ciò che la personalità coerente di un essere umano è per l’Ego nel corpo causale.
     Questo è un punto importantissimo da comprendere, che porterà molta illuminazione allo studioso che lo mediti. È la vita di Agni che unifica, e fonde la triplice natura del Logos quando è in incarnazione fisica; è la forza di coesione che fonde in un’unità la triplice Perso-nalità logoica, ma la difficoltà sta nel fatto che l’uomo non può pervenire alla Sua natura es-senziale soltanto con lo studio del veicolo fisico logoico; tale natura può essere compresa so-lo considerando la Sua emanazione psichica quale si può percepire e vedere scorrendo la sto-ria delle razze. La personalità dell’uomo ne rivela la natura via via che la sua vita progredi-sce. La sua qualità psichica si sviluppa col passare degli anni, e quando egli esce dall’incarnazione si parla di lui in termini di qualità, di buono o cattivo, egoista o altruista; l’effetto della sua “emanazione” durante la vita è ciò che resta nella mente degli uomini. Solo così può esprimersi la personalità logoica, e di conseguenza la nostra conoscenza della Sua natura è limitata dalla prospettiva troppo ristretta, ed ostacolata dal fatto che siamo partecipi della Sua vita, e parte integrante della Sua manifestazione.
(Il Trattato del Fuoco Cosmico)
 

martedì 27 novembre 2012

27.11.2012



M.C.+A.+F.

Tema: "Nulla di ciò che è Reale può essere minacciato. Nulla di irreale esiste. In questo si trova la pace di Dio" (“Un corso in miracoli”).

M.C.: Solo l'amore da cuore a cuore esiste, con chiunque si può provare a relazionarsi cercando quel punto, la parte più divina. Questo é quello che voglio imparare, l'irreale  ci obbliga a cercare  l'aspetto immortale.

F.: Tutto ciò che sottostà alle leggi della materia e del tempo viene considerato "reale" ma non lo è, la cosa più Reale che abbiamo è la nostra relazione con Dio che è libera da queste cose, che sono volubili, la legge di Verità e Amore è invece fissa, davvero Reale e che va al di là di noi stessi...


   C’è una sola cosa “nostra” che è Reale – “la gemma del loto”, «la pietra”, la “quarta forma” o corpo causale nel cuore ( http://meditazione-di-gruppo.blogspot.it/2012/11/20112012.html ). Questo corpo “cresce” soltanto nei rapporti impersonali “da cuore a cuore” nella “famiglia spirituale”. Il movente è aspirazione spirituale - “desiderio di Anima”.
   Tutt’altro che stiamo facendo è irreale e serve per far noi soffrire dalla distruzione di quello che abbiamo costruito e in tal modo imparare di costruire Reale. Il movente è desiderio.




M.M., Primo Raggio del Logos Planetario

AGNI YOGA:

Al Nuovo Mondo il Mio primo messaggio.

Costruttori e guerrieri, serrate le file.
Lettore, se non hai compreso - rileggi,
dopo qualche tempo.
Il predestinato non è accidentale,
Le foglie cadono quand’è l’ora.
E l’inverno non è che il messo della primavera.
Tutto è rivelato; tutto è raggiungibile.
Vi coprirò con il Mio scudo,
purché lavoriate.
L’ho detto.


1 - Con la santità della vita, custodisci la pietra preziosa.
Aum Tat Sat Aum!
Io sono voi - voi siete Me - parti del Sé divino.

25 - Noi ascoltiamo i pensieri puri.
Avrete la conoscenza,
     e marcerete sulla via della purezza,
     ma attenti all’ira e al dubbio.
Se vincerete, sarete illuminati.
Se esitate, un turbine oscurerà l’anima vostra.
Fatevi perfetti, amici Miei, senza stancarvi.
Non negate la Voce dello Spirito, soffocate solo
     le voci terrene.
Osate - Io sono con voi.
 
26 - Insegnate con l’esempio delle azioni
     senza biasimare chi è ancora al buio.
Molti sono tuttora ignoranti - perdonateli,
     poiché in loro lo spirito dorme.
Non scoraggiatevi mai - le Porte destinate vi attendono.
Disprezzate la codardia - Io proteggo gli impavidi.

42 - L’Amore costruisce templi.
         Vi mando amore spirituale.

43 - Avvicinatevi alle Nostre cime con cuore puro.
Il Nostro Raggio splenderà su voi
      per esaltare la vostra vita quotidiana.
Voi portate pietre per il Mio Tempio.
Insegnate la Mia Parola, e la saggezza fiorirà;
     e un nuovo Tempio sarà edificato.
Non vedetemi come un mago, ma posso condurvi
     su una scala di Bellezza da sogno.
Con la fragranza che vi giunge
     dai monti del Tibet, Noi mandiamo agli uomini
     il messaggio della nuova religione dello spirito puro.
Viene; e voi, raccolti in cerca di luce,
     portate la pietra preziosa.
Vi sveliamo il miracolo di creare armonia nella vita.
Essa darà al mondo un nuovo Insegnamento.

       "Psicologia Esoterica":
      I Raggio. Volontà o potere.
     I suoi raggi sono veementi. Arde ogni forma, pure non tocca la vita di Dio incarnata.
     Dall’Uno che è i sette emana una parola. Essa riverbera lungo la linea d’essenza ignea e quando risuona nel cerchio delle vite umane assume la forma di affermazione, di un “fiat”, o parola di potere pronunciata. Così s’imprime sullo stampo vivente il pensiero di.... (il celato, inesprimibile nome di raggio).
     Che il potere dinamico, la luce elettrica, riveli il passato, distrugga la forma esistente e apra la porta d’oro. Quella porta rivela la via che adduce al centro ove dimora colui il cui nome non può essere udito nei confini della sfera solare.
     Il suo manto blu ne vela il proposito eterno, ma al sorgere e al tramontare del sole se ne scorge il globo rosso.
     La sua parola è potere. La sua luce, elettrica. La folgore ne è il simbolo. Il suo volere è celato nel segreto del suo pensiero. Nulla è rivelato.»